Da non perdere! 🧐 Sta per iniziare un nuovo capitolo della nostra storia 👉 "Leggi qui”
Home / Consigli / Il glutine può causare l’intestino permeabile?
 

Il glutine può causare l’intestino permeabile?

Tempo stimato di lettura: 4 min
Scritto da: Mattia Gheri
Data di pubblicazione: 21/11/2022
Il glutine può causare l’intestino permeabile?

Se pensiamo a tutto ciò che si nasconde negli alimenti che troviamo al supermercato, è interessante che uno dei nemici considerati più pericolosi per la tua salute sia proprio…

il glutine.

Ti dirò di più!

Potremmo addirittura dire che la dieta senza glutine è diventata un vero e proprio trend in un lampo.

Perciò probabilmente anche tu ti stai chiedendo da dove derivi la paura del glutine e come eliminarlo dalla tua dieta.

Evidentemente si tratta di un tema molto caldo che fa venire sempre più domande delle quali molti non conoscono le risposte.

Siccome anche alla nostra casella di posta sono arrivate molte domande legate all’assunzione del glutine, abbiamo deciso di dedicare più attenzione a questo tema e a fornire quante più risposte scientifiche possibili.

Secondo molti, è proprio il glutine il colpevole della comparsa di molti problemi di salute, tra cui anche l’intestino permeabile.

Ma è la verità?

Beh, andiamo a scoprirlo insieme.

Innanzitutto è importante accettare un semplice fatto.

La maggior parte delle persone non avrà alcun tipo di problema dopo aver assunto il glutine, mentre ce ne sono molte altre per le quali il glutine è un vero e proprio problema.

Questi problemi possono scomparire relativamente velocemente, ma possono anche essere addirittura fatali per la salute e il benessere di una persona.

La grave intolleranza al glutine si chiama celiachia.

Celiachia

Si tratta di una malattia autoimmune che influisce molto sul benessere dell’individuo. A causa di questo disagio possono comparire sintomi come:

  • dolori forti allo stomaco,
  • coliche addominali,
  • diarrea,
  • nausea,
  • vomito,
  • gonfiore,
  • rash cutaneo, ecc.

Col tempo compaiono anche le lesioni all’intestino, con conseguenze negative non solo sul funzionamento di questo organo importante, ma anche sull’assorbimento dei nutrienti.

Ma fai attenzione!

Il glutine non è pericoloso solo per coloro a cui è stata diagnosticata la celiachia.

Infatti, ci sono sempre più persone che non tollerano bene il glutine, sebbene con sintomi molto meno evidenti. In questo caso parliamo di persone che soffrono di sensibilità al glutine non celiaca.

Si tratta di coloro che vent’anni fa erano considerati malati immaginari perché lamentavano sintomi come:

  • dolori articolari,
  • prurito,
  • stanchezza cronica,
  • meteorismo frequente e assidui problemi di gonfiore,
  • ritenzione idrica, ecc.

Se anche tu soffri di questi problemi, continua a leggere!

INDICE:

  1. COS’È IL GLUTINE?
  2. COS’È LA PERMEABILITÀ INTESTINALE?
  3. L’EFFETTO DEL GLUTINE SULLA PARETE INTESTINALE
  4. FATTORI CHE AUMENTANO IL RISCHIO DELLA SINDROME DELL’INTESTINO PERMEABILE
  5. COME RISANARE LA PERMEABILITÀ INTESTINALE?

COS’È IL GLUTINE?

Prima di focalizzarci sulla correlazione tra i sintomi di intolleranza e di allergia al glutine, il più importante tra i quali è l’intestino permeabile, chiariamo le basi e rivediamo la definizione di glutine.

Si tratta di una proteina che si trova nei cereali come:

  • frumento,
  • farro,
  • avena,
  • kamut,
  • orzo
    e
  • segale.

Il glutine si occupa dell’elasticità dell’impasto e aiuta a farlo uscire bene “tenendolo insieme”.
Cos’è il glutine

Non solo,

il glutine rende il pane saporito e masticabile.

Il glutine è composto da due proteine:

  •  la gliadina
    e
  • la glutenina.

Beh, proprio la gliadina dovrebbe essere l’ingrediente a causa del quale molte persone non digeriscono il glutine.

Non importa se hai un’intolleranza al glutine oppure no. Si sa che un’assunzione spropositata di alimenti a base di glutine (pane, pasta, pizza, ecc.) non è la cosa migliore né per la tua salute né per quella del tuo intestino.

Il motivo è il seguente.

L’assunzione regolare e spropositata di alimenti ricchi di glutine a lungo termine può rovinare la parete intestinale, il che causa la permeabilità intestinale.

L’intestino permeabile non è altro che la barriera intestinale che non riesce più a proteggerti dalle sostanze nocive, tra cui gli allergeni.

Questo significa che le tossine possono entrare nella circolazione sanguigna causando non pochi problemi.

Quali esattamente? Lo scoprirai a breve.

COS’È LA PERMEABILITÀ INTESTINALE?

Si tratta di uno stato in cui i batteri e le tossine riescono a entrare nella circolazione sanguigna attraverso la parete intestinale.

Nella letteratura scientifica, questo stato viene descritto come degrado della funzione protettiva dell’intestino o permeabilità intestinale aumentata.

L’assunzione regolare e spropositata di alimenti ricchi di glutine a lungo termine può danneggiare la parete intestinale, il che può rendere l’intestino. Si tratta di una condizione in cui le sostanze e gli organismi dell’intestino possono penetrare direttamente nella circolazione sanguigna, portando a molte infiammazioni nel tuo corpo.

Quando i batteri e le tossine entrano nella circolazione sanguigna, possono comparire molte infiammazioni nel corpo.

Col tempo, la permeabilità intestinale, se non trattata, porta alla comparsa di malattie autoimmuni quali:

  • morbo di Crohn,
  • sclerosi multipla,
  • diabete, ecc.

L’EFFETTO DEL GLUTINE SULLA PARETE INTESTINALE

Le lesioni della parete intestinale a causa dell’assunzione spropositata di glutine compaiono sotto forma di piccoli fori che permettono alle proteine non metabolizzate, ai batteri, ai virus e ad altre sostanze potenzialmente nocive di entrare nella circolazione sanguigna.

Molti studi hanno dimostrato che il glutine può aumentare la permeabilità intestinale e causare la risposta immunitaria del corpo.
L’effetto del glutine sulla parete intestinale

Nel riconoscere certe sostanze come nocive, il sistema immunitario risponde creando un’infiammazione – questo è uno dei meccanismi di autodifesa del corpo.

Nelle persone sensibili al glutine, il corpo tratta questa proteina potenzialmente pericolosa come un corpo estraneo.

Questo, come abbiamo già detto, porta a un’infiammazione.

Quindi dovremmo evitare completamente il glutine?

La risposta è NO!

È vero che ad alcune persone causa seri problemi di salute, ma la correlazione tra glutine e permeabilità intestinale è molto complicata e tuttora non del tutto chiara.

Se non accusi alcun problema, non c’è bisogno di escludere il glutine dal tuo menù. In ogni caso, però, è consigliabile limitare gli alimenti che ne contengono molto.

In caso tu abbia dei sintomi legati alla sensibilità al glutine, sarebbe meglio eliminarlo dal tuo menù per un periodo e vedere come reagisce il tuo corpo.

FATTORI CHE AUMENTANO IL RISCHIO DELLA SINDROME DELL’INTESTINO PERMEABILE

Nonostante gli esperti stiano ancora tentando di capirne le cause, alcuni fattori importanti che ne aumentano il rischio sono già conosciuti.

Fattori che aumentano il rischio della sindrome dell’intestino permeabile

I fattori sono…

  1. Alimentazione non salutare.
  2. Eccessivo consumo di alcolici.
  3. Stress.
  4. Farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS).
  5. Infiammazioni.
  6. Flora intestinale danneggiata.
  7. Carenza di nutrienti.
  8. Lieviti eccessivamente cresciuti.

COME RISANARE LA PERMEABILITÀ INTESTINALE?

Siccome, per ora, non esiste alcuna diagnosi medica ufficiale per questa sindrome, di conseguenza non esiste ancora un metodo di guarigione preciso.

Nonostante questo, però, puoi fare molto per la tua salute anche con piccoli accorgimenti.

Ti consigliamo di provare qualcuno dei seguenti metodi per migliorare il funzionamento del tuo intestino.

Evita i carboidrati raffinati

EVITA I CARBOIDRATI RAFFINATI

Per migliorare la salute dell’intestino è davvero importante evitare il più possibile le bevande zuccherate e i cibi con zuccheri aggiunti.

Si tratta di sostanze che diminuiscono di molto la forza del tuo intestino. Infatti, l’assunzione eccessiva di zuccheri fa male al funzionamento della barriera intestinale.

Al posto del pane bianco o della pizza, cerca di assumere grano saraceno, quinoa o amaranto – tutti ottimi cereali nutrienti, ma senza glutine.

RIPOSA BENE ED EVITA LO STRESS

Per alleggerire le conseguenze dello stress, che può colpire anche la parete intestinale, devi assicurarti di riposare abbastanza e di rilassarti regolarmente per almeno qualche minuto al giorno.

ASSUMI CIBI RICCHI DI ACIDI GRASSI OMEGA-3

L’assunzione di alimenti come il salmone selvaggio, ottima fonte di acidi grassi insaturi omega-3, può accelerare di molto la guarigione della mucosa intestinale

Mangia cibi fermentati

danneggiata. Infatti, gli omega-3 vantano un effetto antinfiammatorio.

MANGIA CIBI FERMENTATI

I cibi fermentati, come lo yogurt, il cavolo cappuccio, il kefir o il kombucha contengono probiotici che possono influire positivamente sulla salute intestinale.

LIMITA I FARMACI ANTINFIAMMATORI NON STEORIDEI (FANS)

Nella lotta contro la sindrome è fondamentale anche limitare l’assunzione di farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), come per esempio l’ibuprofene.

PROVA GUT RESTORE

Per finire in bellezza abbiamo preparato per te una raccomandazione, ovvero un aiuto vincente con cui lottare contro le così fastidiose e pericolose lectine per la tua salute.

Non farti spaventare dalle lectine. Infatti, queste si trovano anche negli alimenti considerati sani e nutrienti (frutta, verdura, frutta a guscio, ecc.). Sarebbe sbagliato escludere questi alimenti dal tuo menù. Per questo motivo, abbiamo creato insieme a un gruppo di esperti questa soluzione che

  • neutralizzerà le lectine
    e
  • ti aiuterà a rinnovare la mucosa intestinale.

Il fulcro dell’integratore Gut Restore è l’ingrediente N-acetilglucosamina, che si lega alle pericolose lectine proteggendoti dalle proteine che potrebbero lesionare la tua mucosa intestinale.
Prova Golden Tree Gut Restore

Oltre a ciò, devi assicurarti che la tua mucosa intestinale risani i fori già presenti, e che si rigeneri. Di questo si occupa l’ingrediente arabinogalattano.

Gut Restore ti permette di affrontare la sindrome dell’intestino permeabile in meno di 60 secondi, e senza alcun rischio!

Se dopo 60 giorni di assunzione regolare non noti alcun risultato, scrivici una mail, mandaci indietro ciò che resta del tuo ordine e noi ti restituiremo l’importo versato.

Ecco per te un’opportunità per procurarti moltissima energia e un benessere fenomenale!

Il migliore investimento per la salute è distante un solo clic… Ti aspetta al link sottostante:

https://www.goldentree.it/shop/gut-restore/


Condividi sui social

Chi è Mattia

Mattia Gheri è uno stimato esperto di trasformazione corporea e di dimagrimento. Ha aiutato oltre 20.000 allievi in tutta Europa a vincere la lotta contro il peso in eccesso. Inoltre, Mattia è cofondatore del portale Golden TREE, dedicato a una vita attiva e sana, visitato ogni mese da oltre 100.000 lettori.

Scopri di più sull’autore
CONSIGLIAMO
Ecco il prodotto menzionato nel post.
Combinazione naturale di 7 principi attivi a tripla azione che protegge, si prende cura e ripristina l’intestino – clinicamente provato.
COMMENTI
Tutti i commenti delle nostre fedelissime lettrici e lettori
Ce la farai anche tu!
Scrivi la tua email per ricevere consigli gratuiti su alimentazione e allenamento.
Seguici su